Vai al contenuto

Stati di alterazione | Ep 40

Spinnit Ep 40 (o: Stati di Alterazione, una selezione musicale a cura di Spinnit) 
Gli Stati di Alterazione sono gentilmente offerti da Spinnit: un podcast proteiforme, in costante mutazione*.  

*non come i prodottini pre-confezionati, strizzanti l’occhio al clic-bait e alla scarsa predisposizione all’ascolto tipica dei tempi moderni. Diffida del contenuto accessibile, sostieni Spinnit. 

Torniamo sui microfoni per una nuova sessione di slow-listening serale, roba che dovrebbe essere brevettata e insegnata nei più prestigiosi corsi di “Come affrontare la vita senza arrivare al Kurt-Cobain-point-of-no-return”. 

Dopo il recap dei nostri ascolti estivi dello scorso episodio, torniamo con una nuova selezione eterogenea, ma rigorosamente alternativa & autonoma.

Episodio q u a r a n t a (40)

Il nostro viaggio parte dal sempre stilosissimo Pino Palladino, il di cui disco avevamo passato anche durante le dirette Twitch, e che ancora non ci è venuto a noia (e come potrebbe?), per passare poi in territorio canadese con il nuovo e raffinatissimo lavoro di Jason Sharp, intitolato The Turning Centre of a Still World ed uscito su Constellation Records (esatto, proprio quella). 

Andiamo avanti con due amici di Spinnit e i loro rispettivi lavori: Sans Soucis, che ci aveva parlato del suo disco nell’episodio 33, e Tommaso Cappellato, musicista incredibile, che abbiamo avuto il piacere di conoscere post-concerto a Firenze, dopo averne spesso parlato nel podcast. 
Sempre a proposito di novità e di concerti dove è stato timbrato il cartellino, proseguiamo con Sex Pizzul e Zona Utopica Garantita, due realtà molto interessanti della piana fiorentina, inframezzati da una piccola diatriba sul politically correct e la social consciousness ai tempi del marketing liquido (Nu Guinea o Nu Genea?). 

In chiusura, un piccolo omaggio alla nostra maniera al pioniere Richard H. Kirk, sperimentatore del suono a tutto tondo e membro fondatore dei Cabaret Voltaire, recentemente scomparso.  

DISCLAIMER: per l’ingresso negli Stati di Alterazione, si consiglia di mettersi comodi, disattivare le notifiche e sgomberare la mente; al resto ci pensa Spinnit. 

Per consigliarci nuova musica, per inviarci il vostro supporto, ma anche solo per rimanere aggiornati sulla nostra irregolare attività home-made, potete seguirci qui: Facebook, Instagram, Telegram, Youtube, Mixcloud, Spotify e scrivendo al nostro numero Whatsapp +39 379 144 90 26. 

La scaletta di questa puntata:  

Just Wrong – Pino Palladino, Blake Mills  

Unwinding Surrender – Jason Sharp  

On Time For Her – Sans Soucis 

Legends Of The Bringer – Tommaso Cappellato 

Supersocrates – Sex Pizzul 

Disco Sole – Nu Genea 

Trabant Punk – Z.U.G. – Zona Utopica Garantita 

Beam – Sandoz (Richard H. Kirk Tribute) 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: